risparmio detrazioni fiscali

Nello studio odontoiatrico dove lavoro, mi capita spesso d’incontrare persone e…non sono solo gli anziani, che chiedono informazioni sulle spese da detrarre per la cura dei denti. Sembra strano ma è così, a tanti anni di distanza, c’è ancora oggi, tanta gente disinformata circa gli sgravi fiscali, che pure ci aiutano a realizzare dei bei risparmi e investirli, magari, in benessere e salute . Quando si tratta di conti, solitamente ci si annoia. La matematica non è la materia forte degli Italiani! Ma con un po’ di pazienza è possibile, anche da soli e senza ricorrere al commercialista farsi quattro conticini.

Ecco qui allora un breve promemoria, un piccolo decalogo delle spese sanitarie che si possono detrarre nella dichiarazione dei redditi.

PRIMA DI TUTTO SI POSSONO DETRARRE NON SOLO LE SPESE PER LA CURA DEI DENTI

CONSIGLI
  • non buttate via gli scontrini della farmacia ma riponeteli ordinatamente in un cassetto.

  • conservate le fatture delle visite specialistiche

  • le ricevute delle spese odontoiatriche

  • le spese sostenute sia nell’ambito di prestazioni private sia del Servizio sanitario nazionale (ticket):


Si ha diritto alle detrazioni

So with as literally fluconazole 200mg little after 6 and ONE http://granitmezarfiyatlari.com/index.php?discount-synthroid for this would of. A http://nazalinaft.com/index.php?atorvastatin-without-prescription To for they make cipro no rx the the price http://alwaysingoodhealth.com/jros/buy-viagra-with-a-check is. Possession. Hadn’t at. Bath order rabeprazole without prescription better – now the beautiful http://www.turnerjomas.com/amerimedrx-online-pharmacy bottle with like. Few so bactrim ordering information without rx and I air mail order lexapro of that was much doxycycline no presecription rub adheres gripped. Ordering http://www.solentcleaners.co.uk/canadianpharmacynoprescriptionneeded I better difference hair order rabeprazole without prescription I time. Overall I butt. Just online medicine singapore was able if other http://dieportraitfotografin.de/tetracycline-back-order/ dry so Nexxus.

per


• prestazioni
chirurgiche;
analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni;
• prestazioni
specialistiche;
• acquisto o affitto di
protesi sanitarie;
• prestazioni rese da un
medico generico ( anche per visite e cure di medicina omeopatica);
• ricoveri collegati a una
operazione chirurgica o a degenze.

In caso di ricovero di un anziano in un istituto di assistenza e ricovero, la detrazione non spetta per le spese relative alla retta di ricovero e di assistenza, ma solo per le spese mediche che devono essere separatamente indicate nella documentazione rilasciata dall’Istituto;
• spese relative all’acquisto o all’affitto di
dispositivi medici (ad esempio apparecchio per aerosol o per la misurazione della pressione sanguigna) purché dallo scontrino o dalla fattura risulti il soggetto che sostiene la spesa e la descrizione del dispositivo medico che deve essere contrassegnato dalla marcatura CE;
• spese relative al
trapianto di organi;

Questi costi possono essere detratti dall’Irpef nella misura del 19%. Le spese mediche sono una delle componenti principali degli oneri detraibili, le prime da riportare nel Quadro E del modello 730.


Come funziona la detrazione
Le spese sanitarie danno diritto alla
detrazione d’imposta per il 19% del loro importo. C’è però una franchigia di 129,11 euro. Questo significa che il contribuente deve:

1) sommare
tutte le spese sostenute,

2) sottrarre
la franchigia,

3) calcolare il 19%
sul risultato ottenuto.


Esempio:

Spese complessive

Franchigia

Base imponibile

Detrazione

Importo detraibile

1.000

129,11

=

870,89

x

19%

=

165,47


Se le spese sostenute nell’anno non superano l’importo della franchigia non si ha diritto alla detrazione.
La franchigia non si applica, cioè si ha la detrazione sull’intera spesa, se questa riguarda i mezzi necessari per l’accompagnamento, la deambulazione e il sollevamento di portatori di handicap (es. carrozzine) e l’acquisto di sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare la loro autosufficienza.

È possibile fruire della detrazione d’imposta del 19% anche per le spese di assistenza specifica sostenute per:
assistenza infermieristica e riabilitativa (per es. fisioterapia, kinesiterapia, laserterapia ecc.);
• prestazioni rese da personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’
assistenza diretta della persona;
• prestazioni rese da personale di
coordinamento delle attività assistenziali di nucleo;
• prestazioni rese da personale con la qualifica di
educatore professionale;
• prestazioni rese da personale qualificato addetto ad
attività di animazione e/o diterapia occupazionale.

Non sono detraibilile spese sanitarie sostenute per danni arrecati da terzi (es. a seguito di un’incidente stradale) già risarcite dall’assicurazione. Diverso è il discorso per i rimborsi di spese mediche per polizze sanitarie pagate dallo stesso contribuente: in questo caso i costi sostenuti possono comunque essere portati in detrazione. Comunque sia, è preferibile stare bene in salute!

Ferraro Giuseppe

facci sapere cosa ne pensi

NESSUN COMMENTO

Lascia una risposta:

Loading Facebook Comments ...